Enogastronomia e sagre

ENOGASTRONOMIA Fotolia_40866446_XSIn Tuscia si producono cibi di alta qualità. Tra i pesci più diffusi nei laghi sono il coregone, i lattarini, l’anguilla, il persico e il luccio.
Le carni tipiche della produzione locale sono l’agnello, le carni bovine maremmane, il coniglio verde “leprino” di Viterbo.
Si producono caciotte, pecorino e ricotta, oltre a salumi quali la lonza, la coppa di testa, il guanciale, la porchetta , il prosciutto e la susianella di Viterbo.

Ottima la produzione di prodotti ortofrutticoli quali l’aglio di Proceno, i ceci di Valentano, i fagioli del Purgatorio di Gradoli, le lenticchie di Onano, le patate del l’Alto Viterbese, le castagne e le nocciole dei Monti Cimini, oltre alla ricca produzione di asparagi, carciofi e funghi di Tarquinia.

Glas Weißwein zwischen Weinflaschen, NahaufnahmeAssaporate l’olio extravergine d’oliva DOP di Canino e della Tuscia e i vini DOC locali: l’Aleatico di Gradoli, la Cannaiola di Marta, i rossi, bianchi e rosati di Tarquinia, il bianco d’ Orvieto, la cui zona di produzione si estende anche nella provincia di Viterbo, e infine il più noto l’Est! Est!! Est!!! Di Montefiascone. Una specialità regionale è il miele del Monte Rufeno e particolarmente gustoso è il gelato prodotto a Torre Alfina.

Durante l’anno i comuni della Tuscia organizzano sagre per diffondere la conoscenza dei prodotti tipici regionali.